Venerdì 11 Ottobre 2019 | Dalmine

BergamoScienza: Noi, Robot

Ne “L’uomo bicentenario” Isaac Asimov descrive un robot dotato di un cervello positronico e di un cuore che gli fa desiderare di essere un umano. Infatti, manifesta doti, alquanto inaspettate per un robot, di curiosità, amicizia e creatività, ascolta con passione brani musicali, si diverte, si impaurisce e soffre, oltre a essere continuamente tormentato dalla prospettiva di vivere in eterno.

“Noi, Robot”, l'11 ottobre presso il Teatro Civico di Dalmine, indaga la connessione fra cervello e intelligenza artificiale, esplorando il rapporto fra esseri umani e macchine e i meccanismi del cervello umano e dell’Universo - concepito come un complesso sistema nervoso -, per cercare di capire meglio dove è diretta la ricerca sull’intelligenza artificiale e quali sono le possibilità inedite che il progresso tecnologico è in grado di darci.

XVII edizione di BergamoScienza, il festival di divulgazione scientifica organizzato dall’Associazione BergamoScienza, che si terrà dal 5 al 20 ottobre. Il festival per 16 giornate animerà la città di Bergamo con incontri, conferenze, dialoghi e spettacoli dedicati alla scienza. Con un linguaggio chiaro ed accessibile a tutti, scienziati di fama internazionale aggiorneranno il pubblico del festival sulle possibili soluzioni per affrontare le sfide ambientali e sociali della società contemporanea.

Focus del festival, quest’anno, sarà la sostenibilità della vita sul pianeta, sia in termini di impatto climatico e salute dell’acqua e dell’aria che di alimentazione: è possibile avere un mondo che funzioni al 100% utilizzando energie rinnovabili? È questa la speranza di Mark Jacobson, direttore del programma su atmosfera ed energia del Dipartimento di ingegneria civile e ambientale della Stanford University. Con un linguaggio chiaro e accessibile a tutti, scienziati di fama internazionale aggiorneranno il vasto pubblico del festival (133.689 presenze lo scorso anno) sulle possibili soluzioni per affrontare le sfide ambientali e sociali della società contemporanea.

Tra gli ospiti, il Premio Nobel per la Chimica 2001 Barry Sharpless, padre della click-chemistry – sistema che permette di sintetizzare sostanze complesse in modo rapido – scoperta che ha rivoluzionato il mondo farmaceutico avvicinandolo alla green-chemistry, un approccio chimico che riduce al minimo l’inquinamento ambientale.

Il programma completo è online su www.bergamoscienza.it

Informazioni

Evento organizzato da:
Comune di Dalmine

Attendi..